Ciondolo foglia gioielleria

Vedi prossimo oggetto
Ciondolo foglia gioielleria
Ciondolo foglia gioielleria Ciondolo foglia gioielleria Ciondolo foglia gioielleria Ciondolo foglia gioielleria Ciondolo foglia gioielleria

Commenta

Commenta per primo questo oggetto!

Accedi o registrati se non hai ancora un account MissHobby.

Descrizione

Ciondolo raffigurante foglia di edera
realizzato in bronzo rosa con la tecnica orafa della cera persa, rifinito e anticato a mano nel mio laboratorio a Roma.

Ho sempre provato fascino per questa rampicante, e quando ho scoperto i miti che la circondano e le storie nelle diverse tradizioni, anche di più.
Il significato dell'edera nell'antichità era strettamente connesso al mito di Dioniso o Bacco. Si pensava che essa fosse apparsa per la prima volta con il dio stesso. Appena nato, infatti, il piccolo Dioniso si trovò circondato dalle fiamme che ardevano il corpo della mamma, colpita da un fulmine di Zeus. Si narra che all'improvviso attorno a lui crebbe dell'edera che lo avvolse e lo protesse. L'edera si trova spesso connessa all'altro tratto distintivo che sempre accompagna la figura di Bacco, ossia la vite, una pianta che per comportamento e significato rappresenta esattamente l'opposto dell'edera. La prima, legata al suo frutto, il vino, ricorda il peccato e il proibito, la seconda, l'edera, era invece simbolo di innocenza. Non era difficile,nel medioevo, trovare il disegno dell'edera intrecciata con i tralci di vite, oppure la pianta vera all'entrata delle osterie per rendere questi luoghi più innocui. Le due piante ben rappresentavano il dualismo di Dioniso che oltre ad essere il dio del baccanale e del vino era conosciuto curiosamente come dio dell'innocenza.

L'edera era una pianta sacra anche presso i Celti, i quali l'associavano al culto del serpente e del drago,entrambi allegorie dell'oltretomba e del sotterraneo in generale. Nell'accezione celtica il significato dell'edera era primariamente quello dell'immortalità. Essendo una pianta sempreverde, di una resistenza eccezionale, anzi addirittura difficile da estirpare, l'edera era per questo popolo il simbolo perfetto dell'eternità dello spirito e della natura. I druidi che studiavano gli usi officinali della pianta, vedevano nell'edera, e nelle sue bacche velenose, una rappresentazione di morte e rinascita insieme. Abbastanza nota è un'antica leggenda celtica secondo la quale nel Castello di Caerphilly, vicino Cardiff, si cela il fantasma di una donna, uccisa per amore, denominata la dama verde. La donna, per mimetizzarsi e nascondersi agli sguardi dei visitatori ha la capacità di trasformarsi in edera.

L'edera poi una pianta che veniva paragonata alla donna, come la donna nasce sotto l'influsso della luna e per crescere ha bisogno di ombra e freddo. Si dice che infatti sia proprio alle donne che porta maggior fortuna, soprattutto alle spose. Probabilmente è anche per tale ragione che l'Hedera Helix, la sua varietà più conosciuta, viene spesso utilizzata per adornare il bouquet e i banchetti nuziali.

L' edera veniva menzionata spesso anche in ambito alchemico e medico come aspetto bivalente di veleno e cura:
Il significato ambiguo, dicotomico dell'edera lo ritroviamo anche nel suo uso officinale dall'antichità sino ad oggi. Le bacche dell'edera, quei suoi piccoli e apparentemente insignificanti frutti color carbone rappresentavano veleno e cura al tempo stesso. I Celti, soprattutto, utilizzavano sia i frutti che le foglie di questa pianta in tanti e svariati modi e per le malattie più disparate. Creavano pomate per i reumatismi dalle bacche, curavano ulcere e dissenterie e le utilizzavano come purganti. Con le foglie preparavano creme cicatrizzanti e addirittura rimedi per guarire la follia. Allo stesso tempo sapevano di poter favorire, attraverso il suo veleno, stati alterati di coscienza, finanche allucinogeni. La moderna scienza ha in seguito confermato che l'ederina, il glucoside presente nelle bacche dell'edera, non ha soltanto proprietà emetiche e purganti, ma è anche vasocostrittore e se vengono ingeriti in quantità consistente, i frutti di questa pianta possono accelerare i battiti, dare eccitamento, in alcuni casi provocare addirittura vaneggiamenti ed allucinazioni.

Vi siete affascinati anche voi? Io ho la mia foglia di edera portafortuna sempre al collo, spero possiate trovare anche voi la vostra preferita, le realizzo tutte a mano e quindi sono pezzi unici uno diverso dall'altro! Nessuno l'avrà mai uguale a qualcun altro!

Tag

Ti piace? Condividilo!

Pagamento e Spedizione Metodi di pagamento Payment_type_1_a Payment_type_1_b
Spedizione
Tipo spedizione Spedizione singola Con altro oggetto
Standard 9,10 € 0,00 €
Informazioni sull'oggetto
Categorie : GioielliCiondoliIn metallo ID: 430029 Visite: 74
Questo sito utilizza cookie tecnici e di analisi, anche di proprietà di terze parti. Leggi l' informativa cookie .
OK